Il D. Lgs. 101/2018 non sospende le ispezioni del Garante

Con la pubblicazione in Gazzetta del Decreto legislativo 10 agosto 2018 n.101, avvenuta il 4 settembre 2018, si completa la prima fase del processo di adeguamento della disciplina italiana in materia di protezione dei dati personali a quella europea contenuta nel Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016.

Il provvedimento, in vigore dal prossimo 19 settembre, armonizza  le disposizioni contenute nel Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003) con quelle introdotte dal GDPR.

Il D.Lgs. 101/2018, inoltre, ha messo fine ai rumors, risultati poi infondati, sulla sospensione delle sanzioni da parte del Garante Italiano.


“Ora il quadro normativo è completo e non ci sono più alibi per le aziende”, ha dichiarato Francesco Modafferi dirigente del Garante Privacy che molto da vicino sta seguendo l’adeguamento alla nuova normativa. Una delle novità del decreto è che prova comunque a dare un po’ di respiro alle aziende. Dice tra l’altro che il Garante in questi primi otto mesi, nell’erogare le sanzioni, “tiene conto del fatto che siamo in una fase iniziale di attuazione”.

Condividi su: