UE, 100 mila ricorsi presentati dai cittadini per violazione privacy

Dal 25 maggio 2018 a Oggi, sono quasi 100 mila i ricorsi presentati dai cittadini europei per violazione della privacy.

La cifra record è stata resa nota dalla Commissione UE in occasione della Giornata europea della Protezione dei dati personali (Data Protection Day), celebrata il 28 Gennaio.

Il vice presidente della Commissione Frans Timmermans, il vice presidente Andrus Ansip e le commissarie Vera Jourova e Mariya Gabriel hanno dichiarato che si stanno cominciando a vedere gli effetti positivi del Reg.UE 679/2016 (GDPR).

“I cittadini sono diventati più consapevoli dell’importanza della protezione dei dati e dei loro diritti “. Al punto che le autorità della privacy nazionali hanno ricevuto “oltre 95mila ricorsi da parte dei cittadini” .

I ricorsi riguardavano, specialmente, attività di telemarketing, mail promozionali e videosorveglianza .

Per quanto riguarda la situazione in Italia, il bilancio dal 25 maggio 2018 al 31 dicembre 2018 ha visto:

  • 43.269 Comunicazioni dei dati dati di contatto degli RPD
  • 4.704 Reclami e segnalazioni
  • 630 Notificazioni di Data Breach
  • 13.835 Contatti con l’URP.

Vedi qui l’infografica ufficiale pubblicata dal Garante.


La “Giornata europea della Protezione dei dati personali” è stata istituita dall’Ue nel 2006 e poi adottata in tutto il mondo per sensibilizzare  i cittadini sui diritti legati alla tutela della vita privata e delle libertà fondamentali.

Condividi su: